Qualche politico di alto rango pone finalmente in evidenza che l’iniziativa del comitato Rodotà è contro la Costituzione e riporta indietro di dieci anni le conquiste democratiche sui beni comuni, con particolare riferimento alla loro tutela, alla loro gestione e alla loro posizione costituzionale.

Le norme sulla proprietà contenute nel codice civile vanno riformate ai sensi degli articoli 41 e 42 della Costituzione, cioè per raggiungere la utilità sociale e la funzione sociale dei beni, e non per rimettere la sorte di questi beni medesimi nelle mani di privati o di burocrati della pubblica amministrazione, eliminando del tutto il concetto di Stato-Comunità e quello di proprietà demaniale del Popolo sovrano.

Aggiungiamo il seguente articolo apparso sul Fatto Quotidiano a firma dell’Onorevole Stefano Fassina:

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

Potrebbero interessarti anche:

Il carattere contabilistico e burocratico del disegno di legge della commissione Rodotà sui cosiddetti beni comuni

Il caso delle trivelle nello Ionio è uno scempio per l’ambiente

L’errore è stato di trasferire le fonti di produzione dallo Stato ai privati

Tap: l’opera va bloccata perché viola la Costituzione

L’Unione Europea modifichi i trattati di Maastricht e di Lisbona

Nazionalizzazioni e privatizzazioni.Oggi è una giornata di lutto nazionale. Ilva svenduta agli stranieri

Il mercato globale, le menzogne del neoliberismo e l’aumento dello spread

Il neoliberismo, causa determinante degli sconvolgimenti attuali

Per salvare l’Italia non c’è altra via che attuare la Costituzione oggi vigente

Ilva: l’aggiudicazione sarebbe un atto fortemente viziatoIl Governo fa marcia indietro su un radicale cambiamento della politica delle privatizzazioniI beni e servizi pubblici devono tornare alla proprietà collettiva del popolo

Le nazionalizzazioni non sono un regresso, ma la salvezza dell’Italia

FAI UNA DONAZIONE AD ATTUARE LA COSTITUZIONE

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.