Associazione "Attuare la Costituzione" della Repubblica italiana

slide-1
Attuare la Costituzione
Associazione di promozione sociale
slide-3n
Paolo Maddalena
Il pensiero e gli scritti
slide-2n
Processi e Attività
Difesa dei valori costituzionali e comitati territoriali di Attuare la Costituzione
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow

Iscriviti a "ATTUARE LA COSTITUZIONE"

Diventa socio per sostenere le azioni legali dell'associazione

Gli Intenti dell'Associazione "Attuare la Costituzione" della Repubblica italiana

IL PERCORSO VERSO UN COORDINAMENTO NAZIONALE

L’Aps “Attuare la Costituzione” della Repubblica italiana è: “Una forza popolare che, senza obiettivi partitici ed elettorali, lavori continuativamente per l’attuazione della Costituzione esercitando la sovranità popolare “dal basso” a partire dal territorio, con le prerogative che i principi e i valori costituzionali garantiscono: azione popolare e protagonismo dei cittadini e delle cittadine, per un governo partecipato in ogni Comune, con presidi di informazione e formazione, perché chiunque sieda in Parlamento e chiunque abbia il governo del Paese, l’attività per l’attuazione della Costituzione possa essere costante e far sentire sempre la propria voce.”

Il Fondatore

Paolo Maddalena, libero docente di Istituzioni di diritto romano e Vice Presidente emerito della Corte costituzionale, è nato a Napoli il 27 marzo 1936 e si è laureato in giurisprudenza presso l’Università Federico II di quella Città.

La sua attività si è costantemente svolta in più campi tra loro strettamente connessi: la ricerca scientifica, l’insegnamento universitario, e l’esercizio della funzione giurisdizionale, inquirente e decidente.

Inizialmente, come assistente volontario, straordinario e ordinario, egli si è dedicato per lunghi anni all’approfondimento e all’insegnamento del diritto romano. Attratto poi dai problemi ambientali, ha utilizzato le conoscenze romanistiche sull’uso dei beni comuni, per collaborare attivamente alle prime costruzioni degli istituti del diritto ambientale.

Entrato nella magistratura della Corte dei conti, in qualità di pubblico ministero, ha avuto modo di utilizzare l’esperienza romanistica per indirizzare la tradizionale responsabilità amministrativa contabile, non solo a fini di tutela erariale, ma anche e soprattutto a fini di tutela della Collettività contro i danni ambientali, riuscendo a far entrare nella legge 349 del 1986, sulla Istituzione del Ministero dell’ambiente, alcune norme sul “risarcimento del danno ambientale” come danno alla collettività. Novità di molto rilievo scientifico e pratico, alla quale l’Unione Europea è arrivata, in parte, soltanto molti anni dopo. In questo quadro, il Maddalena è riuscito anche a far realizzare la cosiddetta legge Galasso (legge 431 del 1985), la quale ha costituito la prima effettiva legge di prevenzione contro il danno all’ambiente. Nei lunghi anni trascorsi presso la Corte dei conti, come Vice Procuratore Generale, Procuratore Regionale dell’Umbria e poi, per oltre cinque anni, come Procuratore regionale del Lazio, egli si è impegnato anche per la “umanizzazione” della “responsabilità amministrativa”, sostenendo la invalidità di quell’indirizzo giurisprudenziale, successivamente eliminato per legge, che considerava responsabili gli eredi del dipendente che aveva sbagliato, e insisteva nel far valere la responsabilità solidale del verificatore con il peculatore.

Negli ultimi trentacinque anni, si è dedicato con grande energia contro l’opera distruttiva dell’economia italiana da parte dei nostri governanti, che hanno proceduto, violando in pieno la Costituzione, alla micidiale “privatizzazioni” della potenza industriale italiana in proprietà pubblica demaniale, costituente il settanta per cento delle fonti di produzione di ricchezza nazionale e, conseguentemente, di posti di lavoro.

Sono di questo periodo i seguenti volumi: “Il territorio bene comune degli italiani”, Ed. Donzelli, Roma, 2014; “Gli inganni della finanza”, Ed. Donzelli, Roma, 2016; “”La rivoluzione costituzionale. Alla riconquista della proprietà pubblica”, Ed. Diarkos, Reggio Emilia, 2022, oltre numerosi articoli sulle più note Riviste giuridiche, e, da ultimo, sulla Rivista “AmbienteDiritto”. Moltissimi articoli strettamente legati ad avvenimenti quotidiani sono stati pubblicati dalla Rivista, cartacea e on line, The Post Internazionale, e dal “Fatto quotidiano” on line.

09/07/2024 – Elezioni Francia, spero che presto si possa gridare che anche l’Italia s’è desta
 
20/06/2024 – Autonomia differenziata, fine della Repubblica indivisibile. Ma difendere la Carta è possibile
 
12/06/2024 – Inammissibile il ddl sull’autonomia differenziata: un imbroglio ai danni dell’intero popolo italiano
 
29/05/2024 – Premierato, nessuno dei senatori si è accorto che sta discutendo un’atroce menzogna
 
14/05/2024 – Dopo premierato, autonomia differenziata e separazione delle carriere, addio democrazia
 
02/05/2024 – Lavoro, le multinazionali non possono gestire tutto: serve un’economia pubblica e privata
 
22/04/2024 – Escludere Scurati dalla Rai tradisce in pieno la Costituzione: un evento gravissimo
 
09/04/2024 – Sul caso Ilaria Salis serve uno scatto di dignità nazionale
 
05/03/2024 – Con i test psicoattitudinali si indebolisce la figura del magistrato e si infrange la Costituzione
 
20/02/2024 – La nuova idea di un partito ‘no alla guerra’: altro che concorrenza e competitività
 
08/02/2024 – Caso Stellantis, ovvero la confusa debolezza di idee del nostro governo
 
29/01/2024 – Meloni promette: resteranno in Italia le industrie strategiche’. Falso, ecco perché
 
19/01/2024 – lva e telecomunicazioni: così i governi italiani distruggono la potenza industriale del Paese
 
11/12/2023 – Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo addio: ora trionfa il più bieco egoismo
 
27/11/2023 – Spiagge libere messe a gara? Il governo ragiona ancora con lo Statuto albertino
 
06/11/2023 – Il premierato di Meloni? Un agghiacciante sistema di governo che fa saltare la Costituzione
 
25/09/2023 – Il migrante è trattato peggio di qualsiasi malfattore: un’ingiustizia colossale
 
15/09/2023 – Ursula Von der Leyen e le menti economiche europee sono prigioniere di un pensiero unico
 
30/08/2023 – Legge di bilancio e immigrazione: il governo raccoglie i frutti della sua insipiente politica
 
24/07/2023 – Per Calderoli l’autonomia differenziata è nella Carta, il Comitato dimissionario dice l’opposto
 
16/06/2023 – Il tentativo di Prigozhin ha messo in evidenza l’essenza del problema, che è economico
 
08/05/2023 – Inutile discutere di legittima difesa in Ucraina: la nostra Costituzione è chiara sulla guerra
 
03/04/2023 – Finlandia, Sanna Marin perde per colpa dell’inflazione e la cosa deve preoccupare tutta l’Ue
 
28/03/2023 – Dall’invio di armi, ad autonomia e respingimenti: gli italiani manifestino contro questi obbrobri
 
22/03/2023 – Ucraina, i governi agiscono sulla base delle ‘complessioni di idee’. Così andiamo verso la distruzione
 
08/02/2023 – Le nuove norme seguono poco la Carta e più le leggi di mercato. Vedi il caos Superbonus
 
Rimettiamo la lettera “autonomia differenziata perchè no”, predisposto dal Prof. Paolo Maddalena, per il Consiglio Nazionale “NO Autonomia Differenziata”, il quale ha organizzato una “mail bombing” da indirizzare a tutti i deputati che in questi giorni dovranno valutare, discutere e votare il ddl Calderoli sulla Autonomia. 
 
Ti invitiamo pertanto a compilare la lettera dei tuoi riferimenti e di mandarla agli indirizzi degli onorevoli che parimenti Ti alleghiamo.
 
Suggeriamo di inviare la mail nei giorni d’Aula 𝟏𝟔,𝟏𝟕 𝐞 𝟏𝟖 𝐚𝐩𝐫𝐢𝐥𝐞; 𝟐𝟑 𝐞 𝟐𝟒 𝐚𝐩𝐫𝐢𝐥𝐞; 𝟐𝟗 𝐚𝐩𝐫𝐢𝐥𝐞, giorno dell’entrata in Aula del ddl.
 
Ti invitiamo inoltre a diffondere il più possibile questi documenti, in modo da poter aumentare esponenzialmente i mittenti e far sentire il proprio dissenso.
 
Difendiamo l’unità della nostra Repubblica!

 

Crowdfunding processo Xylella

Aiutaci con una donazione
a sostenere un’azione legale popolare
per difendere la Terra di Puglia e i suoi Ulivi plurisecolari e millenari
minacciati di distruzione, insieme al paesaggio, all’ambiente e l’economia locale

 

Già raccolti

0 ,86 €

Restano ancora

Il nuovo libro del prof. Maddalena

Sono ben lieto di comunicare che la casa editrice Diarkos di Reggio Emilia ha pubblicato, in data 10 dicembre 2020, il mio libro dal titolo “La Rivoluzione Costituzionale. Alla riconquista della proprietà pubblica”. Si tratta di un compendio di idee e di istituti giuridici da utilizzare come strumento indispensabile per cambiare l’attuale sistema economico predatorio neoliberista, che ha distrutto il patrimonio pubblico del Popolo italiano, riducendoci alla miseria, in un sistema produttivo di stampo keynesiano che ridistribuisca la ricchezza nazionale alla base della piramide sociale, rendendola inalienabile e difendendola così dagli assalti del mercato globale dominato dalla finanza e dalle multinazionali.
«O il Popolo riconquista e si riappropria delle fonti di produzione di ricchezza nazionale, costituenti la proprietà pubblica, come prevede la Costituzione, o la finanza e le multinazionali distruggeranno la nostra Repubblica».

 

Paolo Maddalena

Discorso ai giovani

L’improvvisa scomparsa del Prof. Domenico De Masi, illustre sociologo che ha speso la sua vita per il bene del nostro paese dedicandosi soprattutto ai giovani è un durissimo colpo per l’associazione Attuare la Costituzione, la quale aveva trovato in lui la persona più idonea e più capace di diffondere i principi etici sanciti nella carta costituzionale.

Diamo la notizia della sua scomparsa con il cuore affranto dal dolore per la perdita di un grande e insostituibile maestro ed amico, con il quale la nostra associazione aveva trovato una perfetta sintonia.