Paolo Maddelna

Matteo Salvini, il quale ritiene che la sua volontà sia superiore a quella della legge e della Costituzione, anziché preoccuparsi dei molti giovani italiani di valore che lasciano l’Italia facendo perdere al loro paese d’origine l’apporto dei loro ingegni, apporto valutato da Tria in 14 miliardi di euro all’anno, si accanisce contro le cosiddette occupazioni abusive senza tener conto che il precedente decreto Minniti condiziona lo sgombero alla preventiva acquisizione della disponibilità di altri alloggi dove indirizzare gli sfrattati.

Così 340 persone, di cui 80 bambini, che abitavano una scuola abbandonata di via Cardinal Capranica, sono stati gettati sul lastrico mentre soltanto alcuni di loro, che hanno dovuto subire il distacco tra genitori e figli, hanno trovato alloggio in luoghi di fortuna.

Eppure si trattava di una comunità che viveva tranquillamente e che si era perfettamente integrata con la popolazione del luogo. Esempio evidente è quel bambino di 12 anni che stava andando a scuola con i suoi libri e che oggi ha salutato i suoi compagni non sapendo quale scuola frequentare.

Il comportamento di Salvini porta alle estreme conseguenze la cosiddetta legge Lupi, la quale, volendo perseguire lo stesso fine ha impedito ai cosiddetti abitanti abusivi la possibilità di ottenere il certificato di residenza e quindi l’allacciamento alle reti della luce, dell’acqua e del gas. Una vera ignominia.

D’altro canto sulla stessa linea politica si è posto anche il PD di Zingaretti, il cui gruppo politico della Camera, con una mozione del 20 giugno 2019, ha invitato il governo ad “adottare le iniziative di competenza per una lotta serrata al fenomeno delle occupazioni abusive ed illegali del patrimonio abitativo pubblico e privato ed una decisa azione finalizzata allo sgombero delle occupazioni abusive”, rimettendo alle autorità pubbliche competenti la verifica di eventuali stati di necessità e ponendo tuttavia in evidenza che ciò che maggiormente interessa è “preservare il diritto alla proprietà ed i beni comunque comuni”.

Cosa c’entrino i beni comuni in questa fattispecie rimane inspiegabile ed appare come espressione di un linguaggio politico menzognero.

Tutto questo dimostra che la vera tragedia ha a suo fondamento un convincimento errato di cosa sia la proprietà privata, la quale, dopo l’avvento degli articoli 41 e 42 della Costituzione (che sembra nessuno conosca) non è più un diritto assoluto e preminente sugli altri.

Tale preminenza per altro è frutto dell’errato sistema economico predatorio neoliberista, il quale al posto del valore della persona umana ha posto come valore il denaro.

È per questo che è indilazionabile l’emanazione di una legge che offra una interpretazione costituzionalmente orientata dell’articolo 832 del codice civile riguardante i poteri del proprietario privato.

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

 

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

 

2 commenti su “Essere poveri è reato. Lo ha stabilito il ministro dell’Interno”

  • Lei qui
    https://www.attuarelacostituzione.it/2019/04/04/ottima-la-nazionalizzazione-almeno-in-parte-di-alitalia/#comment-187 ha preso due abbagli:
    Di Maio era per la privatizzazione di Alitalia senza manco sapere chi è Di Maio e cosa sta facendo per schiavizzare l’Italia. La realtà l’ha confermato… e l’Alitalia pure;
    Tria è un buon tecnico come lo è stato Monti e… in cima a tutti Friedman.
    Non c’è stato il suggerito “cambio di rotta per descrivere la realtà” e a nome dell’Associazione Attuare la Costituzione continua a dire che Tria è un buon tecnico giacché sostiene che la migrazione dei “cervelli” fa perdere all’Italia 14 miliardi di euro l’anno.
    Omette però di dire perché questi giovani vanno via dall’Italia, omette di dire che è l’AUSTERITA’ e dire chi l’ha imposta all’Italia con accellerazione da Monti a Tria liberista conservatore. Si ripete OMETTE di dire per quanto segue.
    Non è l’AUSTERITA’ è Salvini, l’unico e solo colpevole dell’Austerità e della povertà… che al posto di pensare a questi giovani persegue il “reato” della povertà se è di migranti o, come gli ultimi casi, di occupanti di un certo tipo… lei dimostra così di non conoscere l’Italia, nella ipotesi buona.
    Quanto agli sgomberi (e io sono stato occupante di case) chi lo chiede è il proprietario, chi lo autorizza è la magistratura, e chi lo esegue possono essere i vigili (per le vecchiette e casi simili sfrattati di cui a nessuno frega niente), la PS e i CC.
    Ora come fa Salvini a ordinare lo sgombero e, più che ritenersi, ad essere superiore e alla “Costituzione” e alla procedura per lo sgombero?
    Ma soprattutto come fa Ella a ignorare che esistono queste procedure….
    Questo suo modo di fare svilisce e fa odiare quanto poi segue sui beni comuni.
    Perché l’italiano è ignorante ma col cuore capisce che sta vendendo monete false.
    Saluti.

  • Buona sera visto l’ora 23:55 quindi essendo io povero sono in reato ho lavorato per anni in tanti settori Sanita compresa per quasi un decennio come sono stato male mi anno licenziato mobilità non era una sciocchezza era tumore al rene SX ed ingune e testicolo intervento chemioterapia invalidita al 75 %tre anni chiamato a visita per liquidare gli aretrati stesso mattino visita INPS ed oncologa ma stesso giorno e data avevano già deciso senta referto del oncologa di abbasare invalidità da 75% al 67% così per non darmi assegno di invalidità non ho reis tanto meno reddito di cittadinanza tanto meno il comune di Buggerru ed assesore alle politiche sociali ed assistente sociale negano ed fanno omissione di atti dufficio ed vogliono convincermi ad passare da minorato psitico con la legge 20/97 come infermo mentale con questa legge regionale della reggione Sardegna si abusa la danno a tutti ed obligano a trattamento con psicofarmaci pesanti ed dannosi e con l’inganno che voglio aiutare ti rubano la vita ed la casa i comuni con onlus cooperative sociali macchine da soldi con la voce ASSOCIAZIONE NO PROFIT INDAGATE IN TUTTA ITALIA CRM IN LOMBARDIA ED PICCOLA PARIGI A BUGGERRU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.