Parmigiano Reggiano: un bene di rilievo nazionale da difendere

La caccia al voto delle due forze politiche che governano ha oscurato l’inquietante notizia secondo la quale la Francia, dopo essersi presa Parmalat, acquisterebbe anche il Parmigiano Reggiano, noto in tutto il mondo come formaggio di altissima qualità.

È dovere del governo, in questo momento, evitare che un’altra fonte di produzione della ricchezza nazionale finisca nell’ingordigia dei francesi.

Le operazioni da fare non sono affatto difficili. Come afferma il presidente della Coldiretti basterebbe che Cassa depositi e Prestiti e la società Granarolo divengano soci del principale produttore del parmigiano Reggiano la Nuova Castelli.

Si tratta della difesa di un bene di rilievo nazionale e un governo degno di questo nome non può consentire una perdita così elevata per gli interessi economici e lavorativi della nostra Italia.

Sul Parmigiano Reggiano deve essere stampato un tricolore, non blu bianco e rosso, ma verde bianco e rosso come è sempre stato.

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

 

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.