"Noi siamo la natura" è questo il concetto che può salvare l'umanità

"Noi siamo la natura" è questo il concetto che può salvare l'umanità

Onore a Greta Thumberg che ha avuto la capacita e la forza di diffondere a livello mondiale il gravissimo problema del mutamento climatico.

Onore anche a tutte le sue compagne e compagni che in varie parti del mondo, Italia compresa, tentano di far prendere coscienza all’umanità dell’innalzamento irreversibile della temperatura globale.

Molto significativa è la frase della belga Yoana Marette di anni 16 la quale, acutamente, ha detto: “noi siamo la natura” è questo il concetto che può salvare l’umanità, non certo quello di ridurre il mondo a mercato globale.

Oggi non si parla d’altro che di economia e di commerci e la stessa Italia si trova a dover scegliere se essere succube dell’economia statunitense o della nascente economia cinese, la quale vuole soprattutto occupare i nostri porti, che già da tempo, ospitano una quantità immensa di loro merci.

Se pensiamo che valore supremo è l’esser parte della natura sconfiggiamo anche il dannosissimo pensiero economico neoliberista che riduce l’uomo a merce e distrugge gli stati economicamente meno forti.

L’Italia ne è un esempio lampante. Se ci sentissimo parte della natura valorizzeremmo le nostre risorse riporteremmo nel pubblico quello che abbiamo ceduto quasi gratuitamente ai privati specialmente stranieri, impediremmo che il nostro territorio sia oggetto di inquinamento di ogni tipo, avremmo insomma una decrescita felice e ristabiliremmo l’equilibrio dei rapporti anche a livello internazionale.

È indispensabile che la miriade di associazioni favorevoli a una politica ambientalista si riuniscano in un unico partito che ponga come fine primario l’attuazione della Costituzione, la quale, sulla base delle teorie di Keynes, ripudia il neoliberismo e persegue un tipo di società nella quale si attua il progresso materiale e spirituale di tutti, difendendo innanzitutto gli equilibri ecologici (vedi articoli 9, 32 e 117 comma secondo lettera esse della Costituzione).

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

 

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

 

 

 

One Response

  1. Care/i studentesse e studenti

    Oggi,insieme alle GRETE di tutto il mondo,manifestate per la tutela dell’ambiente e della salute!

    Noi lo abbiamo scritto nella nostra Traditissima Costituzione nei sui articoli 3 – 9 – 41 che potete leggere qui sotto!

    Ma,appunto, chi la conosce?Per questo scopo abbiamo lanciato questa petizione.

    Il testo lo potete leggere in fondo a questo articolo e per firmarla e farla firmare cliccando su questi link.

    http://chng.it/WzQWN2Q4d8

    Articolo 9) La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

    Tutela il paesaggio ed il patrimonio storico e artistico della Nazione. = sviluppo economico ecologico.

    Articolo 41)la libertà all’iniziativa economica privata che non contrasti con l’utilità
    sociale, con la libertà e la dignità umana.

    Articolo 3)Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge,senza distinzioni di sesso, di razza, di
    lingua, di religione, di opinioni politiche,di condizioni personalie sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere
    gli ostacoli di ordine economico e sociale , che limitando, di fatto, la libertà e l’uguaglianza dei cittadini
    impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori
    all’organizzazione politica,economica e sociale del Paese.

    ODG approvato dall’Assemblea Costituente l’11 dicembre 1947 ( Mai attuato)

    “L’Assemblea Costituente esprime il voto che la nuova Carta Costituzionale trovi senza indugio adeguato posto nel quadro didattico della scuola di ogni ordine e grado, al fine di rendere consapevoli le nuove generazioni delle raggiunte conquiste morali e sociali che costituiscono ormai sacro retaggio del popolo italiano”!

    ( E’ approvato all’unanimità – Vivi,generali applausi).

    http://chng.it/WzQWN2Q4d8

    Sono responsabile dell’associazione articolo 53

    Per l’attuazione della Costituzione.

    PRESSO CIRCOLO ARCI R. ANDREONI – FIRENZE – sito
    web http://www.articolo53.it email articolo53@gmail.com

    Buona lettura.

    Abbiamo lanciato questa petizione.Il testo lo potete leggere in fondo a questo articolo e per firmarla e farla firmare cliccando su questi link.

    http://chng.it/WzQWN2Q4d8

    https://www.change.org/p/sergio-mattarella-fare-entrare-la-costituzione-italiana-negli-istituti-di-ogni-ordine-e-grado

    PRESSO CIRCOLO ARCI R. ANDREONI – FIRENZE – sito
    web http://www.articolo53.it email articolo53@gmail.com telefono 3392014093
    STUDENTESSE E STUDENTI,
    LAVORATORI, PENSIONATI E PRECARI DI TUTTI I TIPI
    UNIAMOCI !
    NEL SEGNO DELLA COSTITUZIONE! PER I DIRITTI E DOVERI SOCIALI
    BASTA CON I FALSI MODELLI ISEE! SI ALLA FISCALITA’GENERALE SANCITA
    DALL’ARTICOLO 53 DELLA COSTITUZIONE PER AVERE IN MODO STRUTURALE I DIRITTI SOCIALI COLLETTIVI DISPOSTI DALLA COSTITUZIONE.
    A tutte le studentesse e studenti! A tutto il mondo del lavoro ed ai precari di tutti i tipi!

    Uniamoci per dare a tutti, al momento dell’ingresso nel mondo del lavoro, le Pari

    Opportunità in modo che siano realizzati, di fatto, gli articoli 2 e 3 della Costituzione:
    ARTICOLO 2
    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo,sia come singolo sia nelle formazioni sociali
    ove si svolge la sua personalità,e richiede l’adempimento inderogabili di solidarietà politica economica e sociale.
    ARTICOLO 3
    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge,senza distinzioni di sesso, di razza, di
    lingua, di religione, di opinioni politiche,di condizioni personalie sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere
    gli ostacoli di ordine economico e sociale , che limitando, di fatto, la libertà e l’uguaglianza dei cittadini
    impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori
    all’organizzazione politica,economica e sociale del Paese.
    ARTICOLO 53
    1° comma)Tutti( compresi gli stranieri delle multinazionali e singoli) sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
    (Significa: Somma di tutti i redditi globali personali effettivi e comunque conseguiti con deduzione delle spese effettive primarie e sociali)
    2°comma) Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.( Significa: chi ha effettivamente di piu qualcosa di più deve dare e chi effettivamente ha di meno qualcosa di meno deve dare. Chi invece, effettivamente ha poco o niente,niente deve dare e deve essere rimborsato dell’IVA e delle accise che paga quotidianamente per vivere)!
    QUESTO ARTICOLO ECONOMICO VENNE DESTINATO DA MADRI E PADRI COSTITUENTI A FINANZIARE, PER RENDERLI EFFETTIVI, I SEGUENTI DIRITTI SOCIALI COLLETTIVI DISPOSTI DALLA COSTITUZIONE.
    1) assicurare il lavoro a tutti i cittadini retribuito in modo da assicurare a loro ed alle loro famiglie una
    esistenza libera e dignitosa.(articoli 4/35/36/37 Costituzione.)
    2) le pari opportunità per tutti i cittadini (articolo 3 Costituzione)
    3) Reddito minimo ed una pensione che garantisca una vita dignitosa in caso di disoccupazione
    forzata.( articoli 36 e 38 Costituzione)
    4) il diritto all’istruzione, dal nido all’università, e all’assistenza sanitaria.( articoli 32/33/34 Costituzione)
    5) la libertà all’iniziativa economica privata che non contrasti con l’utilità
    sociale, con la libertà e la dignità umana. ( articoli 41/43 Costituzione)
    6) la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio
    ed il patrimonio storico e artistico della Nazione. ( Articolo 9 Costituzione = sviluppo economico
    ecologico)
    7)Ai fini della elevazione economica e sociale del lavoro e in armonia con le esigenze della produzione,
    la Repubblica riconosce il diritto ai lavoratori a collaborare,nei modi e nel limiti stabiliti dalla legge , alla
    gestione delle aziende. ( Articolo 46 Costituzione)
    MA SENZA IL DOVERE SOCIALE I DIRITTI NON POSSONO ESSERE RICHIESTI
    Il dovere di tutti(compresi gli stranieri delle multinazionali) di concorrere alle spese pubbliche in ragione
    della propria capacità contributiva e che tutte le tasse ( Irpef + IVA ed altre), nel suo complesso,
    rispettino il criterio della progressività.
    La non attuazione dell’articolo dei doveri, il 53, produce: 190 miliardi di mancato gettito fiscale tra
    IVA e IRPEF e 70 di contributi previdenziali ed impedisce, sia di rimuovere quegli ostacoli di cui
    dall’art. 3 della Costituzione sia di rendere strutturali ed operativi in modo effettivo i diritti sociali
    sopra citati!
    -STUDENTI E STUDENTESSE PRENDETE IN MANO IL VOSTRO FUTURORIVENDICATE,
    INSIEME A TUTTI I LAVORATORI E PRECARI DI TUTTI I TIPI,
    L’ATTUAZIONE DELLA COSTITUZIONE!! STAREMO TUTTI MEGLIO

    ODG approvato dall’Assemblea Costituente l’11 dicembre 1947 ( Mai attuato)

    “L’Assemblea Costituente esprime il voto che la nuova Carta Costituzionale trovi senza indugio adeguato posto nel quadro didattico della scuola di ogni ordine e grado, al fine di rendere consapevoli le nuove generazioni delle raggiunte conquiste morali e sociali che costituiscono ormai sacro retaggio del popolo italiano”!

    ( E’ approvato all’unanimità – Vivi,generali applausi).

    http://chng.it/WzQWN2Q4d8

    https://www.change.org/p/sergio-mattarella-fare-entrare-la-costituzione-italiana-negli-istituti-di-ogni-ordine-e-grado

    Fare entrare la Costituzione Italiana negli istituti di ogni ordine e grado
    Abbiamo lanciato la seguente

    PETIZIONE

    Al Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
    Al Presidente della Repubblica Italiana
    PER
    i) la esposizione dei Principi Fondamentali della Costituzione (Artt 1-12) nelle aule degli istituti di ogni ordine e grado; e
    ii) per la introduzione dello studio della Costituzione nel quadro didattico della scuola di ogni ordine e grado.

    Leggi il testo
    https://www.change.org/p/sergio-mattarella-fare-entrare-la-costituzione-italiana-negli-istituti-di-ogni-ordine-e-grado

    Grazie.
    I cittadini promotori
    Roberto Caini
    Antonio Caputo
    Lucia Corsi
    Enrico Giovannetti
    Daniela Igliozzi
    Roberto Innocenti Torelli
    Andrea Leccese
    Alberto Mariani
    Claudio Mazzoccoli
    Enzo Andrea Montella
    Salvo Natale

    Anna Soldani

    -STUDENTI E STUDENTESSE PRENDETE IN MANO IL VOSTRO FUTURORIVENDICATE,
    INSIEME A TUTTI I LAVORATORI E PRECARI DI TUTTI I TIPI,
    L’ATTUAZIONE DELLA COSTITUZIONE!! STAREMO TUTTI MEGLIO!

    Cordiali saluti,

    roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *