Sea Watch: le Ong interessate facciano ricorso al giudice ordinario

Sea Watch: le Ong interessate facciano ricorso al giudice ordinario

E’ scandaloso che da 19 giorni 49 persone sono sballottate dalle onde del mare e nessun porto d’Europa sia disponibile ad accoglierle.

Qui sono violati, oltre alla legge del mare, i diritti fondamentali dell’uomo di cui all’articolo 2 della nostra Costituzione Repubblicana che impone doveri inderogabili di solidarietà sociale per il rispetto di tali diritti.

Ci permettiamo di pregare le Ong interessate di far firmare alle persone a bordo un ricorso al giudice ordinario ai sensi dell’articolo 700 C.P.C. per ottenere un provvedimento urgente che autorizzi lo sbarco.

Riteniamo che la coscienza esista almeno nella mente dei giudici di qualsiasi paese essi siano.

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.