Il problema centrale della questione "prescrizione"

Il problema centrale della questione "prescrizione"

I partiti si accapigliano sul tema della prescrizione dei reati, mentre il presidente della Corte di Cassazione, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, ha posto in evidenza l’aspetto importante della sostenibilità per i magistrati del maggior lavoro derivante dall’aumento dei processi da esaminare in caso di imprescrittibilità dei reati.

Il problema centrale resta una riforma del processo penale, che renda possibile ai magistrati di compiere il loro dovere e attuare il principio costituzionale della ragionevole durata del processo.

A tal proposito si deve notare che molto dannosa per la soluzione di questo problema è stata la legge ex Cirielli che ha sconvolto i criteri per la determinazione dei termini prescrizionali.

E proprio su questo punto di carattere tecnico-giuridico che va richiamata l’attenzione.

Professor Paolo Maddalena. Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

FAI UNA DONAZIONE AD ATTUARE LA COSTITUZIONE

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

Potrebbero interessarti anche:

Il carattere contabilistico e burocratico del disegno di legge della commissione Rodotà sui cosiddetti beni comuni

Il caso delle trivelle nello Ionio è uno scempio per l’ambiente

L’errore è stato di trasferire le fonti di produzione dallo Stato ai privati

Tap: l’opera va bloccata perché viola la Costituzione

L’Unione Europea modifichi i trattati di Maastricht e di Lisbona

Nazionalizzazioni e privatizzazioni.Oggi è una giornata di lutto nazionale. Ilva svenduta agli stranieri

Il mercato globale, le menzogne del neoliberismo e l’aumento dello spread

Il neoliberismo, causa determinante degli sconvolgimenti attuali

Per salvare l’Italia non c’è altra via che attuare la Costituzione oggi vigente

Ilva: l’aggiudicazione sarebbe un atto fortemente viziato

Le nazionalizzazioni non sono un regresso, ma la salvezza dell’Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.