Ong: ipotesi reato favoreggiamento immigrazione è controsenso giuridico

Ong: ipotesi reato favoreggiamento immigrazione è controsenso giuridico

C’è un limite nelle cose. Il governo italiano le ha superate tutte. È contro la Costituzione e i Trattati internazionali e le norme di ratifica degli stessi vietare l’obbligo del soccorso e del salvataggio in mare. Configurare un’ipotesi di reato di favoreggiamento all’immigrazione nel fatto di salvare i naufraghi è infatti un puro controsenso giuridico.

Prima che intervenga la Corte Costituzionale, è lo stesso giudice ordinario che è obbligato a distinguere il delitto di omissione di soccorso di cui all’articolo 593 del Codice penale dal reato di favoreggiamento all’immigrazione, che non è assolutamente configurabile nel caso del salvataggio dei naufraghi.

Per questi motivi siamo sicuri che la magistratura saprà fare il suo dovere e che il fermo del comandante del veliero Alex e il fermo del veliero stesso non saranno convalidati dal PM.

Intanto è indispensabile  bisogna che tutti gli Italiani si rendano conto, come loro ha ben spiegato Papa Francesco, che l’omissione di soccorso è un grave reato e che confondere l’omissione di soccorso col reato di favoreggiamento all’immigrazione è solo un’azione propagandistica dalla quale il ministro dell’Interno Salvini dovrebbe astenersi.

L’economia va male e tutti ne siamo consapevoli, ma la colpa non è dei poveri immigrati che fuggono dalla fame e dalla guerra, ma della guerra economica che tutti gli Stati capitalisti hanno sferrato contro gli Stati più deboli accaparrandosi le loro ricchezze.

Anche l’Italia è vittima di questa infame guerra con l’aggravante che i suoi governanti, anziché difendere il patrimonio pubblico italiano e la sanità e la dignità del nostro Popolo, e far capire la verità a tutti i concittadini, si è dimostrato alleato della finanza predatoria neoliberista, impedendo con qualsiasi mezzo la percezione della verità.

In tal modo la finanza è responsabile, insieme con i politici condiscendenti, della miseria generale nella quale siamo caduti e soprattutto della fuga dal sacro suolo della patria degli italiani più giovani e più validi (in un solo anno 28mila ragazzi neolaureati si sono stabiliti all’estero).

La misura è colma e gli Italiani sappiano che davanti a loro c’è una sola scelta da fare: estromettere dal governo Salvini il quale, dopo averci bendato gli occhi, con la sua propaganda mendace, ci sta portando alla definitiva rovina.

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

 

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *