Quello che sorprende nella vicenda libica è il disinteresse della comunità internazionale e quello della UE, nella quale tuttavia sembra certo che stia agendo contro il governo di Tripoli (nostro alleato utilissimo all’ENI) il governo francese guidato da Macron, che non si esprime ufficialmente, ma lascia agire la sua ambasciatrice in Libia che ha spostato la sua sede a Tunisi.

Il nostro governo in tutto questo sembra completamente assente. Intanto, perseguendo i propri fini nazionali, gli Stati Uniti ritirano dalla Libia le proprie truppe.

Sembra proprio che ci troviamo di fronte ad un’attuazione a livello internazionale del pensiero neoliberista, che dimentica i popoli, agisce nell’esclusivo interessi dei governi e si disimpegna da azioni concrete dirette a portare la pace e la giustizia fra le nazioni.

In questo momento pare che domini un solo pensiero: stiamo a guardare!

Professor Paolo Maddalena.

Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

 

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

 

 

 

Un commento su “Libia: sorprende il disinteresse internazionale”

  • Libia ! E vi meravigliate ? È dalla creazione dell’Unione Europea che ciascun “aderente” si fa i propri sporchi affari: dal bombardamento contro Gheddafi da parte di Sarcosi, ai traffici poco seri del Lussemburgo, il diametro delle vongole dei paesi atlantici, la sede , inutile, di Trasburgo voluta dalla Francia fino ai disonesti che pretendono che sia l’Italia a prendersi Cura dei migranti economici.
    Ed ora la guerra di Libia con scopi di interessi petroliferi!
    E la NATO resta a sbadigliare ……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.