Dobbiamo emettere moneta di Stato, ce lo consente anche la nostra Costituzione

Dobbiamo emettere moneta di Stato, ce lo consente anche la nostra Costituzione

Situazione sanitaria

Sembra che in Italia i contagi da corona virus siano in leggera diminuzione. Il che fa ben sperare. Ma non può costituire un argomento per un rallentamento delle misure adottate.

La malattia è grave e non ci sono ancora rimedi adeguati, se non quelli attuati prontamente dal nostro governo.

Cosa fa l’Europa

Resta il fatto che in questa drammatica situazione che ha investito l’intero pineta, l’atteggiamento dell’Europa è stato dilatorio e pilatesco.

Mai come in questo momento si impone la necessità di porre in evidenza che la millantata perdita di sovranità monetaria da parte dei paesi della zona euro è una fake news divulgata artificiosamente e menzogneramente dal pensiero economico predatorio neolibelista.

Abbiamo già detto ieri che l’Unione europea sta perseguendo uno scopo, e cioè l’arricchimento dei Paesi forti ai danni dei Paesi deboli, in pieno contrasto con lo scopo dei trattati, i quali pongono in primo piano la solidarietà e l’eguaglianza economica tra gli Stati membri, nonché la difesa della vita dei singoli e dell’ambiente.

Dissolvenza dell’Unione europea

Basterebbe solo questo per affermare, in conformità a quanto sancito dalla Convenzione di Vienna sui trattati, che l’Europa si è dissolta, proprio per il fatto che i Paesi più forti sono diventati portatori del pensiero suicida del neoliberismo imperante.

Comunque è fuori discussione che, per il momento, e cioè nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, i trattati sono sospesi, sempre in base a quanto dispone la già citata Convenzione di Vienna.

Gli Stati in difficoltà emettano moneta propria

Se è vero come è vero che la Merkel ha affermato che ognuno deve fare da solo e se è vero come è vero che la signora Ursula Vonder Leyen, solo dopo due giorni che aveva elogiato gli italiani, ha affermato poi che la questione degli Eurobond non è al momento oggetto di discussione presso la Commissione, siamo sicuramente arrivati al momento storico in cui tutti gli Stati membri in difficoltà sono costretti a emettere moneta propria, tenendo peraltro presente che l’articolo 128 del Trattato di Lisbona impedisce soltanto la emissione di “banconote” da parte delle banche centrali, lasciando intatto il potere di emettere moneta di Stato all’interno di ciascun Stato membro. E altrettanto afferma l’articolo 16 dello Statuto della Bce, il quale, esattamente come il citato articolo del trattato di Lisbona, parla solo di banconote e non fa alcun riferimento ai biglietti di Stato.

Aggiungiamo rispetto a quanto abbiamo affermato ieri che il diritto dello Stato italiano a emettere moneta di Stato (nella forma che sarà ritenuta più idonea, moneta cartacea, virtuale, elettronica ecc.) è sancito dalla nostra Costituzione che, come più volte affermato, prevale sui tutti i trattati.

Lo dice anche la Costituzione

Infatti l’articolo 117, comma 1, lettera e), Cost. afferma che: “lo Stato ha legislazione esclusiva nelle seguenti materie: moneta; tutela del risparmio e mercati finanziari; tutela della concorrenza; sistema valutario; sistema tributario e contabile dello Stato; perequazione delle risorse finanziarie”.

Dunque governo e Parlamento in un momento in cui c’è enorme bisogno di liquidità monetaria, mentre l’Unione Europea si oppone all’emissione di Eurobond, hanno il dovere di attuare la predetta, precisissima, disposizione costituzionale, al fine di tutelare la salute degli italiani e la ricostruzione del nostro patrimonio pubblico dissipato dai nostri governanti e indispensabile per la nostra ripresa economica

FIRMA LA PETIZIONE: http://chng.it/wZvzDtGN

Professor Paolo Maddalena. Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

FAI UNA DONAZIONE AD ATTUARE LA COSTITUZIONE

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

22 Responses

  1. Sono d’accordo per ciò che concerne la stampa della moneta

    1. Procediamo speditamente all’emissione della lira.

    2. Egregio, ho letto con vivo interesse l’articolo e l’ho trasmesso. Per me è una vera scoperta…segno che non conosciamo la Costituzione…Credo che vada riformato anche tutto il sistema scolastico e le professionalità da mettere in campo….

  2. GOVERNO E PARLAMENTO HANNO IL DOVERE DI ASCOLTARCI , IL POPOLO È SOVRANO.
    Grazie Professore per la sua dedizione

    1. Sono d’accordo.

      1. Sono d’accordo di stampare moneta propria

      2. Sono pienamente d accordo,PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI. Emissione banconote per proteggere il popolo italiano in futuro. È NECESSARIO non voluttuario

    2. CONDIVIDO DOBBIAMO STAMPARE MONETA VALIDA SOLO IN ITALIA

  3. Sono idealmente un difensore della Costituzione Italiana la cui ratio è antitetica all’attuale UE convinto che la sovranità monetaria sia condizione necessaria per riacquistare la sovranità nazionale.
    Passo fondamemtale una banca pubblica.

  4. Sono per uscire dall’Europa, stampare la nostra lira, con gli euro ritirati dal mercato in quanto ancora validi negli altri Stati membri ci paghiamo il debito pubblico in modo da azzerarsi.
    Poi fare un accordo con Cina e Russia oppure con UK.

  5. Complimenti Continuiamo in Modo Diffuso L’Attuazione della Nostra Ottima Costituzione & alla Fin Fin la Marca da Bollo del” 11 & del 12 mille, per Effetti Cambiario T. a Qualsiasi . . . % . . . di SCONTO e’ L’Equivalenza alla Creazione di Valore Basterebbe Divulgare Anche Questo al Parimento dei Gratta & non Vinci. Un ES: ogni 12euro Sviluppa 1.000 di Trattativa alla prima facciata in Valuta/e e lascio a Voi LEffetto Leva alla Girata .

  6. Se è un diritto, perchè non avvalersene?

  7. Attuare la nostra Costituzione pienamente.

  8. Avanti tutta con l’emissione di moneta di stato!!!! E soprattutto intitolata ad Aldo Moro!!!!

  9. No moneta a debito si a moneta del popolo sovrano. Basta mercati finanziari. Ringrazio il presidente emerito Paolo Maddalena. Viva la libertà che non può esserci senza lavoro come il grande presidente Sandro Pertini affermava. Un pensiero a tutti i popoli del mondo, con particolare premura a quelli del continente africano che vivono da sempre sotto un sistema imperialistico. Non esistono popoli migliori di altri ma solo popoli che non hanno le stesse possibilità di autodeterminazione. Un abbraccio fraterno a tutta l’umanità vera.

  10. Sono pienamente d’accordo che lo Stato si riprenda in mano le proprie responsabilità e sfrutti tute le potenzialità peraltro legali.

  11. Assolutamente necessario!! L’Italia, ben gestita, può tranquillamente fare da sola. Abbiamo tutto quanto serve ad essere indipendenti.qualita’ della vita, intelligenza, intraprendenza, un Paese unico, una capacità di fare mirabilie sconosciuta all’estero: sono gli altri che hanno bisogno dell’Italia e non viceversa. Io mi ancorerei per bene a Stati Uniti e UK, per controbilanciare questa Europa a noi ostile in maniera assolutamente interessata.

  12. Giustissimo! Ineccepibile, ovviamente, anche da un punto di vista squisitamente giuridico. Il problema è se questo Governicchio ha il coraggio di prendere una decisione simile, dal momento che negli ultimi 25 anni l’unica preoccupazione dei Governicchi Italiana è sempre stata quella di eseguire acriticamente i diktat delle istituzioni nazi-comunitarie a scapito degli interessi nazionali. Il Prof. Maddalena è immenso. Lo vorrei come Presidente della Repubblica!

  13. La Costituzione come vertice superiore garantisce!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *