È evidente che escludere le spiagge dai beni comuni è un puro assurdo

I promotori della proposta di legge di iniziativa popolare sui beni comuni sembra che accettino talune nostre proposte come quella dell’azione popolare per la tutela dei beni comuni. Un dibattito che andava fatto prima della presentazione della richiesta di iniziativa popolare si sta svolgendo posteriormente e continuerà in Parlamento.

È per questo che Attuare la Costituzione presenterà un disegno di legge di iniziativa parlamentare che possa contrastare lo schema di legge della Commissione Rodotà e far in modo che il Parlamento decida alla luce della Costituzione e non in base ad idee campate in aria.

A tal proposito non si può dimenticare che il testo Rodotà disconosce la proprietà pubblica e quindi l’azione popolare, definisce titolari dei beni comuni le pubbliche amministrazioni e i privati (in modo che le multinazionali possano acquistare i beni comuni) non pongono l’accento sul fatto che l’obiettivo fondamentale è porre i beni comuni fuori commercio, infine arrivano all’assurdo di considerare le spiagge un bene in appartenenza necessaria alla pubblica amministrazione, la quale può venderle con obbligo di destinazione, facendo così un bel regalo agli alberghi che si affacciano sulle spiagge stesse.

È evidente che escludere le spiagge dai beni comuni è un puro assurdo.

Per avere maggiore chiarezza sul tema in questione, riproponiamo il video del Professor maddalena sull’argomento, restando aperti a qualsiasi eventuale confronto:

2 Responses

  1. Il video personalmente l’avevo già visto su bioblu ed ho commentato che la Costituzione va attuata a 360 gradi perché, e lo dico qua, altrimenti và a farsi benedire il famoso apologo di Menenio Agrippa Lanato che è quello pure ripetuto in video “parte di un insieme” fino alla “quantistica”. Godibile e l’ora passa in fretta.
    Personalmente ho anche sempre condiviso, e cercato di portare un apporto, quanto sui beni comuni. Non solo, ho anche reso partecipe delle tematiche chi “puote”, ma qui iniziano i tasti dolenti.
    Vorrei ora dire in maniera diversa quando chi “puote” è animato di amor di patria e “bene comune”.
    Questo che segue difetta di semplicismo ma il ragionamento non lo è.
    Dopo la rivoluzione Cuba ha subito il cd “bloqueo” che è stato aggirato dagli aiuti della ex Unione Sovietica. Quando questa è “implosa” (“bloqueo 2”) Cuba era alla fame. Se i Politici (e magistrati) fossero stati quelli che abbiamo qui avrebbero privatizzato tutto pur di mangiare… e chi avrebbe comprato l’avrebbe fatto con veramente pochi spiccioli (Grecia docet!).
    Invece le “canaglie” cubane cosa hanno fatto? Con la rivoluzione hanno nazionalizzato tutte le proprietà straniere, con il bloqueo hanno tassativamente vietato ai cubani di vendere anche solo 1 mq di suolo cubano. Con tutte le limitazioni da bloqueo (e relative contraddizioni) hanno sanità e scuole migliori e il totale possesso di ogni angolo di terra cubana (tolta Guantanamo).
    Ma a noi è stato detto che è uno Stato canaglia… e a loro dicono che “Franz è il mio nome e vendo la libertà… West Berlino splendente ti apparirà/e nella notte la luce ti abbaglierà/
    e nelle vetrine aperte ai desideri/ i sogni tuoi proibiti fino a ieri (che è poi lo stesso che dicono pure a noi).
    Qui in Italia, come pure detto in video, la Costituzione (la più bella al mondo) dice cose universali che saranno valide anche tra secoli.
    Ma se il popolo è frammentato e tenuto nell’analfabetismo funzionale (prossimo all’idea che in Europa si aveva anni fa dell’ “ignoranza” amerikana, tolte le “cattedrali” del sapere) chi ha l’onere (il dovere dell’istruito nei riguardi di chi non lo è) di recepire ciò che dice la Costituzione a beneficio dei deboli, e la cui universalità è definita nelle parole del premio strega Speciale 2006 “non è un libro letterario… ma è fonte profonda di ispirazione per l’intera vita della società …e la nitidezza senza equivoci di tali principi sa parlare per tutte e a tutte le coscienze ? http://storico.cidi.it/newsletter/Premio_Strega.pdf
    Queste motivazioni furono fatte proprie dal presidente Napolitano che le affidò alla sede della suprema magistratura della Repubblica http://presidenti.quirinale.it/elementi/Continua.aspx?tipo=Comunicato&key=4218
    Cito Voltaire “Micromega”: Sirio e “gli infinitamente piccoli dall’orgoglio infinitamente grande”. «Promise loro che avrebbe composto un bel libro di filosofia, scritto in piccolo per il loro uso, e che in quel libro avrebbe svelato l’essenza delle cose. Infatti prima di partire diede loro il volume: lo portarono a Parigi, all’Accademia delle scienze; ma quando il segretario l’ebbe aperto, vide che il libro era tutto bianco: “ah!” disse “mi pareva bene!”».
    Sirio: in Italia il Premio Strega (la Costituzione sa parlare per tutte a tutte le coscienze) è stata affidata alla suprema magistratura della Repubblica nel 2006. Una copia originale della Costituzione coi sigilli dello Stato è stata affidata al Quirinale il 24.06.2009 e solo dal 2016 in bella mostra sul sito (ma senza più la data di affido perché…). In essi c’è o non c’è l’ “Essenza” e l’universalità, e il “bene comune”?
    È la cifra di chi non vuole attuare la Costituzione perché essa è, per loro, “tutta bianca”.
    Il prof. Zagrebelskj ha detto che non è l’istituzione ma sono, come già scritto, gli uomini che sono meschini e Sirio dice…
    se sbaglio mi si corregga

  2. Il video personalmente l’avevo già visto su bioblu ed ho commentato che la Costituzione va attuata a 360 gradi perché, e lo dico qua, altrimenti và a farsi benedire il famoso apologo di Menenio Agrippa Lanato che è quello pure ripetuto in video “parte di un insieme” fino alla “quantistica”. Godibile e l’ora passa in fretta .
    Personalmente ho anche sempre condiviso, e cercato di portare un apporto, quanto sui beni comuni. Non solo, ho anche reso partecipe delle tematiche chi “puote”, ma qui iniziano i tasti dolenti.
    Vorrei ora dire in maniera diversa quando chi “puote” è animato di amor di patria e “bene comune”.
    Questo che segue difetta di semplicismo ma il ragionamento non lo è.
    Dopo la rivoluzione Cuba ha subito il cd “bloqueo” che è stato aggirato dagli aiuti della ex Unione Sovietica. Quando questa è “implosa” (“bloqueo 2”) Cuba era alla fame. Se i Politici (e magistrati) fossero stati quelli che abbiamo qui avrebbero privatizzato tutto pur di mangiare… e chi avrebbe comprato l’avrebbe fatto con veramente pochi spiccioli (Grecia docet!).
    Invece le “canaglie” cubane cosa hanno fatto? Con la rivoluzione hanno nazionalizzato tutte le proprietà straniere, con il bloqueo hanno tassativamente vietato ai cubani di vendere anche solo 1 mq di suolo cubano. Con tutte le limitazioni da bloqueo (e relative contraddizioni) hanno sanità e scuole migliori e il totale possesso di ogni angolo di terra cubana (tolta Guantanamo).
    Ma a noi è stato detto che è uno Stato canaglia… e a loro dicono che “Franz è il mio nome e vendo la libertà… West Berlino splendente ti apparirà/e nella notte la luce ti abbaglierà/ e nelle vetrine aperte ai desideri/ i sogni tuoi proibiti fino a ieri (che è poi lo stesso che dicono pure a noi).
    Qui in Italia, come pure detto in video, la Costituzione (la più bella al mondo) dice cose universali che saranno valide anche tra secoli.
    Ma se il popolo è frammentato e tenuto nell’analfabetismo funzionale (prossimo all’idea che in Europa si aveva anni fa dell’ “ignoranza” amerikana, tolte le “cattedrali” del sapere) chi ha l’onere (il dovere dell’istruito nei riguardi di chi non lo è, pure detto in video) di recepire e “puote” fare ciò che dice la Costituzione a beneficio dei deboli, e la cui universalità è definita nelle parole del premio strega Speciale 2006 “non è un libro letterario… ma è fonte profonda di ispirazione per l’intera vita della società …e la nitidezza senza equivoci di tali principi sa parlare per tutte e a tutte le coscienze ? http://storico.cidi.it/newsletter/Premio_Strega.pdf
    Queste motivazioni furono fatte proprie dal presidente Napolitano che le affidò alla sede della suprema magistratura della Repubblica http://presidenti.quirinale.it/elementi/Continua.aspx?tipo=Comunicato&key=4218
    Cito Voltaire “Micromega”: Sirio e “gli infinitamente piccoli dall’orgoglio infinitamente grande”. «Promise loro che avrebbe composto un bel libro di filosofia, scritto in piccolo per il loro uso, e che in quel libro avrebbe svelato l’essenza delle cose. Infatti prima di partire diede loro il volume: lo portarono a Parigi, all’Accademia delle scienze; ma quando il segretario l’ebbe aperto, vide che il libro era tutto bianco: “ah!” disse “mi pareva bene!”».
    Sirio: in Italia il Premio Strega (la Costituzione sa parlare per tutte a tutte le coscienze) è stata affidata alla suprema magistratura della Repubblica nel 2006. Una copia originale della Costituzione coi sigilli dello Stato è stata affidata al Quirinale il 24.06.2009 e solo dal 2016 in bella mostra sul sito (ma senza più la data di affido perché…). In essi c’è o non c’è l’ “Essenza” e l’universalità, e il “bene comune”?
    È la cifra di chi non vuole attuare la Costituzione perché essa è, per loro, “tutta bianca”.
    Il prof. Zagrebelskj ha detto che non è l’istituzione ma sono, come già scritto, gli uomini che, in questo caso, sono meschini e Sirio dice…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.