Ci sono dei momenti in cui tutti i problemi, anche i più gravi, passano in secondo ordine.

È il caso delle minacce a Gratteri, il quale, nel riprovevole silenzio dei mezzi di comunicazione, ha avuto il coraggio di parlare in modo chiaro sulle collusioni tra mafia e politica.

Sappiamo che dopo l’assassinio di Aldo Moro e ad opera di taluni personaggi politici, sono penetrati nei gangli dello Stato persone sospette di rapporti con la mafia.

Oggi si impone una manifestazione corale di tutti i cittadini che credono nella giustizia e nello Stato di diritto, al fine immediato di proteggere l’integrità morale e la stessa persona di Nicola Gratteri.

Nei limiti ristretti delle nostre possibilità pubblichiamo, per la terza volta l’intervista di questo eroico magistrato e invitiamo tutti i giornalisti consapevoli della loro missione di divulgazione della verità a fare altrettanto.

Professor Paolo Maddalena. Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.