Senza solidarietà nell'UE prepariamoci all'emissione di moneta di Stato

Senza solidarietà nell'UE prepariamoci all'emissione di moneta di Stato

Le notizie ufficiali sul coronavirus fanno ritenere che sia cominciata la discesa che consentirebbe la fase due per quanto riguarda le azioni di contrasto al propagarsi del virus.

Mes, Fondo salva Stati, Eurobond

Problema molto importante sul tappeto è quello del Mes, che si discuterà domani a Bruxelles nel Consiglio dei ministri dell’Economia.

Sembra che la maggioranza dei paesi europei concordi con la soluzione proposta dall’Italia, secondo la quale i prestiti ottenuti dal Fondo Salva Stati sarebbero privi delle minacciate condizionalità, che costituirebbero un cappio al collo per noi.

Una proposta interessante è stata fatta in questi giorni dal commissario dell’economia europeo Gentiloni e dal commissario europeo dell’Industria Breton, secondo la quale si dovrebbe costituire un fondo a carico del bilancio europeo, al quale potrebbero attingere i vari Stati membri, limitatamente alle maggiori spese da affrontare per il blocco imposto dal coronavirus. Vedremo come andrà.

O solidarietà o fine dell’Europa

Una cosa è certa: se passasse l’idea di Germania, Austria, Olanda e Finlandia, contraria ai nostri interessi e a quelli di altri 13 Stati membri, l’Europa sarebbe definitivamente spaccata e l’Italia potrebbe utilizzare questa violazione aperta contro il principio di solidarietà espresso dai trattati per considerare estinti i trattati di Maastricht e di Lisbona, secondo quanto affermano le norme della Convenzione europea di Vienna sui trattati stessi.

Nazionalizzare subito le fonti di produzione come autostrade

Altro punto da rilevare è che, mentre l’attenzione generale è attratta al coronavirus, si sta riaffermando l’idea, a livello governativo, di confermare la concessione delle Autostrade ad Atlantia e agli altri concessionari, mentre corrono voci, dichiarate poi inattendibili, di un inserimento tra i concessionari anche della Germania e questo avviene ai danni del patrimonio pubblico italiano, privato degli ingenti profitti che provengono dall’uso delle autostrade costruite con denaro pubblico. È una vergogna che non deve passare, specie in questo momento di estremo bisogno di liquidità.

Secondo la nostra Costituzione (art. 43 Cost.) le autostrade e tutti gli altri servizi pubblici essenziali devono essere gestiti dalla mano pubblica o da comunità di lavoratori o utenti.

Altro argomento importante è quello dell’attuazione, soprattutto da parte straniera, del 5g (molto pericoloso per la salute umana) che continua ad avanzare nonostante l’opposizione lodevolissima di qualche sindaco come quello di Modica e del sindaco di una cittadina in provincia di Lecce.

Emettere moneta di Stato si può

Il problema di fondo resta quello di emettere moneta di Stato, evitando di accollare sulla testa degli italiani il pagamento di ingenti tassi d’interesse sui prestiti necessari per superare il fermo delle attività produttive durante questo periodo del coronavirus.

L’emissione di moneta di Stato, ripetiamo, non è vietato dai trattati e comunque è sancita dall’articolo 117 della Costituzione, la quale prevale sui trattati stessi.

FIRMA LA PETIZIONE CONTRO IL MES: http://chng.it/wZvzDtGN

Professor Paolo Maddalena. Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

FAI UNA DONAZIONE AD ATTUARE LA COSTITUZIONE

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

8 Responses

  1. Io sono d’accordo.
    Come possiamo fare noi semplici cittadini senza approfondite conoscenze giuridiche a dare forza alla vostra ssociazione?

  2. É provato scientificamente che le microonde sono causa di cancro e autismo oltre ad essere dannose per sperma e ovaie. Il 5G è l ultima generazione di microonde talmente potenti che possono superare i muri di cemento e quindi sono oltre alla salute distruggono la nostra libertà

  3. Purtroppo, con molto dispiacere visto l’importanza della petizione, Soprattutto In Questo Modo, non posso fare donazioni, non ho soldi nemmeno per me e la mia famiglia!!!
    Però condivido volentieri la petizione, sugli account Facebook di mia sorella e mio!
    Chiedo scusa, ho messo il mio nome in questo account per sbaglio, Questo Account Corrisponde A Mia Sorella Lidia Ferrero!

  4. Come segnalato nel precedente commento, per errore avevo scambiato i nomi degli intestatari degli account Facebook!
    Addesso ho messo il nome di mia sorella, ma l’account è mio!
    Come mia sorella Lidia Ferrero, anch’io ho partecipato e firmato la petizione, In Quanto Considero Un Grandissimo Errore Il MES!
    Siccome Non Ho Nessuna Intenzione Di Farmi Mettere Il Cappio Al Collo, Ho Aderito Immediatamente Alla Vostra Iniziativa!!!
    Purtroppo anch’io, per gravi problemi economici, non posso fare donazioni!!!

    1. Come segnalato nel precedente commento, per errore avevo scambiato i nomi degli intestatari degli account Facebook!
      Addesso ho messo il nome di mia sorella, ma l’account è mio!
      Come mia sorella Lidia Ferrero, anch’io ho partecipato e firmato la petizione, In Quanto Considero Un Grandissimo Errore Il MES!
      Siccome Non Ho Nessuna Intenzione Di Farmi Mettere Il Cappio Al Collo, Ho Aderito Immediatamente Alla Vostra Iniziativa!!!
      Purtroppo anch’io, per gravi problemi economici, non posso fare donazioni!!!

  5. Io non ne capisco molto di politica ed economia, ma mi fido dell’emerito economista Prof. Nino Galloni, il quale dice che il MES è un cappio al collo per gli italiani e che si deve tornare a battere moneta parallela, valida solo per l’Italia!
    È per questo che accolgo molto volentieri l’appello del Prof. Paolo Maddalena a firmare la petizione anche se, purtroppo, non posso fare donazioni per problemi economici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.