I trattati europei si fondano sulla solidarietà, senza saltano i trattati e l'Europa

I trattati europei si fondano sulla solidarietà, senza saltano i trattati e l'Europa

Di fronte a una catastrofe sanitaria senza precedenti, nella quale l’infezione del corona virus si espande a vista d’occhio in tutto il mondo, si notano senza possibilità di confutazioni gli effetti disastrosi provocati dal sistema economico predatorio neoliberista, del quale sono stati sostenitori soprattutto gli Stati Uniti (che hanno sempre favorito l’arricchimento dei miliardari e sono privi di un sistema sanitario pubblico) e, per quanto riguarda l’Europa, la Germani, l’Austria, l’Olanda e i paesi del Nord.

Mes e Eurobond.

Vedremo come agiranno gli Stati Uniti. Per quanto riguarda l’Europa disarmante e avvilente è la posizione di Germania, Austria, Olanda e di alcuni Paesi del Nord che, ispirati da un insano egoismo che li ha posti in netta contraddizione con quanto impongono gli stessi trattati europei si oppongono all’emissione mutualistica di Eurobond e dei fondi del Mes senza condizionalità come richiesto dai paesi in stato di bisogno, e cioè Italia, Spagna, Portogallo, Irlanda, Lussemburgo, Belgio, Slovenia, Grecia e Francia.

Quesi paesi membri che si rifiutano di aiutare gli altri Stati, dopo aver violato molto spesso i trattati (le più gravi inosservanze sono state operate dalla Germania) sono riusciti a non tagliare i costi per quanto riguarda la sanità e dispongono di un sistema sanitario idoneo a far fronte all’attuale emergenza.

Battere moneta propria si può

Il loro rifiuto ha dunque un’enorme gravità e potrebbe significare anche la spaccatura definitiva dell’Unione europea che dovrebbe dividersi tra Stati che subiscono gli effetti dannosi dell’austerity e Stati che si avvantaggiano di questa, impossessandosi a poco prezzo delle fonti di produzione di ricchezza dei primi.

In questa situazione ,dopo aver approfondito quanto sancito dalla convenzione di Vienna sui trattati, dall’articolo 128 del trattato di Lisbona e dall’articolo 16 dello Statuto della Bce, come abbiamo sottolineato nel post di ieri, diventa indispensabile per i Paesi, che sono stati posti in condizione di inferiorità da parte della Germania e agli altri Stati ad essa legati, esaminare la possibilità di emettere biglietti di Stato, fatto per il quale non appare alcun divieto da parte degli accordi e trattati sopra menzionati, e che comunque sono resi possibili dallo stato di sospensione dei trattati stessi dovuto all’emergenza in cui ci troviamo.

La solidarietà come fondamento dei trattati.

È da sottolineare inoltre che l’Europa, in questa gravissima emergenza, ha dimostrato la sua incapacità a perseguire gli scopi solidaristici posti da tutti i trattati europei e ha fatto venire in evidenza il diritto dei singoli Stati di considerare sospesi o estinti, a termine della convenzione di Vienna, i trattati in questione essendo e stato compromesso lo scopo dei trattati stessi.

Per quanto in particolare ci riguarda noi abbiamo firmato i trattati europei sulla base dell’articolo 11 della Costituzione, il quale pone come condizione per la firma dei trattati “la condizione di eguaglianza tra gli Stati”. E di fronte alla spaccatura che si è verificata all’interno degli Unione europea è venuto a mancare all’Italia il fondamento costituzionale che era alla base della stipula dei trattati.

Per cui, in base al disposto costituzionale citato, l’Italia si pone oggi nella necessità di verificare se la sua permanenza in Europa sia ancora conforme alla Costituzione della Repubblica italiana, la quale, come precisato dalla giurisprudenza costituzionale, prevale sulle norme dei trattati europei.

Professor Paolo Maddalena. Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

FAI UNA DONAZIONE AD ATTUARE LA COSTITUZIONE

ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

Firma la petizione contro il MES =>http://chng.it/wZvzDtGN

4 Responses

  1. Dopo questa eccellente “panoramica” del Presidente Maddalena, sulla situazione politica tra gli Stati europei divisi, viste le condizioni in cui versa Il Paese Italia, è necessario, da parte del Governo in carica, e dalla Presidenza della Repubblica italiana, prendere una posizione netta, in favore del popolo italiano. Agire immediatamente aprendo la zecca di Stato e stampare moneta interna. È necessario immettere liquidità per salvaguardare tutto il sistema economico italico. L’ho ha fatto la Germania, può farlo anche l’Italia. Lo strumento di grande valore che ha l’Italia è la Costituzione italiana. Applichiamola.

  2. Grazie Professore, il suo immenso contributo , deve confluire in una collaborazione , con i governi a venire , per sorvegliare indicando sempre la strada tracciata dalla nostra carta costituzionale, per sottrarci ai tranelli che avranno come sempre in serbo per noi.
    Grazie ancora Prof

  3. Buongiorno,
    Sono una semplice cittadina Italia pronta a difendere il mio paese. Ho sempre pensato tutto ciò che lei sta spiegando… voglio assolutamente fare parte di Voi. Chiedo umilmente di unirmi e nel mio piccolo aiutarvi per aiutare l’Italia.

  4. Purtroppo le soluzioni logiche e semplici sembrano che qui in Italia non si possano effettuare, anche ora più che mai che la Nostra Costituzione chiede giustizia e sovranità del popolo. Italiani, non ci facciamo prendere per il di dietro anche questa volta, non dobbiamo tradire tutto l’operato dei Nostri nonni, che hanno fatto della nostra Italia, la Nazione che il mondo intero invidia. Svegliatevi aprite gli occhi, e come sempre gas aperto vedrete che ce la faremo. Paolo Maddalena vai avanti così, noi ci siamo. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.