La tragedia incombe sull'Italia dopo il voto del Senato sulla fiducia al governo

La tragedia incombe sull'Italia dopo il voto del Senato sulla fiducia al governo

Sgomento e incredulità destano il comportamento di Renzi e in genere quello di numerosi parlamentari. Sembra impossibile che in una situazione gravissima, sotto il profilo sanitario ed economico, nel nostro Parlamento si agisce come se l’Italia esistesse fuori dalla realtà mondiale, in un gioco da bambini, nel quale la continua negazione di non volere le poltrone dimostra che proprio di poltrone si tratta.

L’azione di Renzi, il primo responsabile di questa immensa sciagura, caduta sugli italiani a causa della crisi di governo da lui sollevata, ha portato l’Italia nella ingovernabilità, poiché la maggioranza relativa ottenuta da Conte non consente al Parlamento di approvare le leggi che, come la prossima sullo scostamento di bilancio, richiedono la maggioranza assoluta.

Ne consegue che, molto difficilmente potrà essere approvata la legge che prevede i ristori e ancor più difficilmente la legge che prevede l’approvazione del Recovery Plan.

Sembra che ci troviamo di fronte ad un atteggiamento parlamentare contrario agli interessi italiani e la sciagura maggiore sta nel fatto che, se si ricorre al voto, il governo andrà nelle mani di Matteo Salvini, il più oscuro dei neoliberisti, pregiudizialmente contrario all’unità europea, amico del dittatore ungherese Orban e sostenitore delle multinazionali e della finanza.

Si capisce che in questa situazione Conte sia stato costretto a fare quello che mai avrebbe voluto: cercare voti raccogliticci a destra e a manca, che poi non sono neppure arrivati.

Il dato peggiore è il fatto che anche tutti gli italiani, con la loro mente bacata dal neoliberismo e definibili, in buona parte, negazionisti della realtà, non hanno la capacità di reagire a questa invereconda situazione parlamentare.

Insomma siamo di fronte a un’Italia che si sta suicidando a causa dell’egoismo di Renzi e dei suoi simili e anche a causa del livello culturale degli elettori, oscurati da un lato dalle menzogne della propaganda neoliberista e negazionista e dall’altro dalle menzogne di chi, assolutamente privo di amor patrio, mira a perseguire i suoi ignobili personali interessi.

Purtroppo non ci resta che sperare che la tragedia incombente sul piano sanitario, che, come dicono i numeri, peggiora di ora in ora in Italia, ma anche in Germania ed Inghilterra, e la distruzione dell’economia che è rimasta bloccata e non è più in grado di produrre ricchezza, in quanto dominata da soggetti che sono capaci solo di trasferire la ricchezza prodotta dai lavoratori nella proprietà degli speculatori italiani e stranieri, spinga tutti gli italiani a guardare meglio nella realtà e, qualora fossero chiamati alle urne, a votare per quelle formazioni politiche che pongono come obiettivo fondamentale l’osservanza della nostra Costituzione.

Ci stanno sottraendo l’intero territorio e tutte le forme di produzione di ricchezza nazionale, mentre un individuo inqualificabile come Renzi si gongola per aver provocato questo immane disastro.

Purtroppo non abbiamo nessuna altra arma da tirare in ballo e non possiamo fare altro che invitare gli italiani ben pensanti a osservare e far osservare l’unica via di salvezza che è tracciata dagli articoli 1, 41, 42 e 43 della nostra Costituzione repubblicana e democratica.

Professor Paolo Maddalena. Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

FAI UNA DONAZIONE AD ATTUARE LA COSTITUZIONE
ISCRIVITI ALL’ASSOCIAZIONE ATTUARE LA COSTITUZIONE

One Response

  1. Perche’ ingovernabile?

    Andiamo a votare, andiamo a raccogliere le firme per una legge popolare per costituire un’assemblea costituente PERMANENTE del popolo italiano … e governiamoci da noi stessi … perche’ ingovernabile? Dove sta il problema, professore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.